Il Joyful People consente di visitare la Valle d’Itria in tutta la sua bellezza. Le più belle località nel cuore della Puglia, a pochi passi da questo B&B che, assieme all’accoglienza, offre una serie di progetti e iniziative artistiche e culturali.

Valle d’Itria

La Valle d’Itria è una porzione del territorio della Puglia centrale. E’ la depressione carsica che si estende tra gli abitanti di Locorotondo, Cisternino e Martina Franca. Le specialità della valle sono i trulli, abitazioni in pietra a forma di cono; le masserie e il paesaggio rurale caratterizzato dall’uso della pietra locale e per il colore del terreno rosso acceso, tipico della Puglia meridionale.joyful people BB valle d itria

Locorotondo

Locorotondo, provincia di Bari, è inserito nel circuito de I borghi più belli d’Italia. E’ uno dei maggiori centri turistici della valle d’Itria e fa parte della Terra dei Trulli. La città prende il nome dalla forma rotonda dell’abitato. Alta è la presenza di chiese, abbiamo infatti: la Chiesa Madre, chiesa dell’Ospedale, Chiesa dello spirito Santo, Chiesa di San Nicola, Cappella Santa Maria del Soccorso. Locorotondo è famosa per il suo vino bianco, bevuto e distribuito dappertutto anche sui voli Alitalia.joyful people BB locorotondo jpg

Cisternino

Cisternino è un comune italiano della provincia di Brindisi in Puglia. Si affaccia sulla valle d’Itria nell cosiddetta Murgia dei trulli. Particolare è il modo che hanno gli abitanti di Cisternino nel festeggiare la Pasquetta. Questa festività viene svolta presso il Santuario della Madonna di Bernia, dove ci si reca con dolci tipici (a forma di borsetta con due uova sode per i bambini, uno a forma di bambola con un uovo sodo per le bambine), chiamato “u churrüchele” esso porterebbe prosperità e fecondità.joyful people bb cisternino 2 jpg

Martina Franca

Martina Franca, provincia di Taranto, è nota per l’architettura barocca e il festival musicale della Valle d’Itria. Sorge sulle propaggini meridionali della Murgia. Martina Franca possiede uno dei più bei centri storici dell’Italia meridionale. Tra i luoghi da visitare a Martina Franca c’è sicuramente Piazza Plebiscito. Si tratta di una delle piazze più importanti, in quanto in essa hanno affacciato i principali monumenti cittadini. La piazza permette di accedere nel Palazzo dell’Università, nella Torre Civica, e nella Collegiata di San Martino.joyful people BB martina franca jpg

Alberobello

Alberobello, in provincia di Bari, è un comune italiano, al centro della Valle d’Itria e della terra dei Trulli. Edifici molto particolari sono i Trulli, la loro storia è legata a un editto del Regno di Napoli che nel XV secolo sottoponeva un tributo per ogni nuovo insediamento urbano. I Conti di Conversano allora imposero ai cittadini di queste terre di costruire a secco, senza utilizzare malta, le loro abitazioni in modo che potessero essere precarie e quindi di facile demolizione. Dovendo quindi utilizzare solo pietre, costruirono i tetti a forma di cupola, la configurazione più semplice e solida. Il trullo più grande del paese è chiamato Trullo Sovrano. Importante anche è la Chiesa di Sant’Antonio, costruita tra il 1926 e il 1927, riproduce le fattezze delle abitazioni del rione. La sua cupola è alta 21 metri a forma di trullo, che si integra perfettamente con gli edifici circostanti. (Clicca qui per approfondire)joyful people BB alberobello jpg

Grotte di Castellana

Le Grotte di Castellana sono tra i posti più belli e spettacolari d’Italia, un luogo naturalistico importantissimo della Puglia. Si tratta di un complesso di cavità sotterranee di origine carsica, ubicate nel Comune di Castellana-Grotte, a circa 1,5 km dall’abitato. Sviluppano su una lunghezza di 3348 metri e per una profondità massima di 122 metri dalla superficie, rappresentano una delle mete turistiche di maggior interesse di tutta la Valle d’Itria, a pochi chilometri da borghi incantevoli come Alberobello, Cisternino, Polignano a Mare. La loro origine risale a circa novanta-cento milioni di anni fa. La bellezza delle Grotte di Castellana richiama visitatori da tutto il mondo, e dal giorno della loro apertura al pubblico, più di 15 milioni di persone hanno percorso le sue vie sotterranee. Nei dedali delle cavità delle grotte è possibile effettuare escursioni, che si snodano lungo un percorso di 3 Km, in uno scenario stupefacente, dove caverne dai nomi fantastici, canyon, profondi abissi, fossili, stalattiti, stalagmiti, concrezioni dalle forme incredibili e dai colori sorprendenti entusiasmeranno bambini e adulti.joyful people BB grotte di castellana jpg

Scavi di Egnazia

Egnazia (o Gnazia) è un’antica città in Puglia (di cui oggi rimangono solo rovine), nei pressi dell’odierna Fasano. il centro d’Egnazia è uno dei più interessanti siti archeologici della Puglia; per i cospicui ritrovamenti di un determinato tipo di ceramica, ha dato il nome ad uno stile decorativo di ceramiche del IV e III secolo a.C., chiamato “stile di Gnatia”, anche se non ne fu certamente il principale centro di produzione. La storia dell’antica Gnathia si è snodata nell’arco di molti secoli. Il primo insediamento, costituito da un villaggio di capanne, sorse nel XV secolo a.C. (età del bronzo) e il sito fu sicuramente frequentato nel XIII secolo a.C., in epoca postmicenea, come attestano i fori di palificazione (ancora in età del bronzo). Nell’XI secolo a.C. (età del ferro) si registra l’invasione di popolazioni provenienti dall’area balcanica, gli Iapigi, mentre con l’VIII secolo a.C. inizia la fase messapica che per Egnazia, come per tutto il Salento, cesserà con l’occupazioneromana avvenuta a partire dal III secolo a.C. La città entrerà quindi a far parte prima della repubblica e poi dell’Impero romano e decadrà insieme ad esso.joyful people BB scavi di egnazia jpg

Torre Guaceto

Torre Guaceto è una riserva naturale che si estende per circa 1.200 metri, situata sulla costa adriatica dell’alto Salento, a pochi chilometri dai centri di Carovigno e San Vito dei Normanni e 27 km dai. Con un fronte marino che si sviluppa per 8.000 m, l’area è configurata come un rettangolo più o meno regolare. Grandi oliveti secolari su terreni rossicci e muretti a secco di pietra locale sono gli elementi costitutivi del paesaggio circostante la riserva, che è una delle mete più apprezzate dagli amanti della natura. E ancora chilometri di costa e di macchia mediterranea, con un’incredibile varietà di piante e specie faunistiche, che ogni anno richiamano sempre più turisti.joyful people BB torre guaceto jpg

Savelletri

Savelletri è una frazione del comune di Fasano, in provincia di Brindisi, a circa 5 chilometri dal capoluogo comunale e a 45 chilometri dal capoluogo della provincia. Località marina con spiagge soprattutto pubbliche con scogliere e sabbia. Savelletri è il luogo di villeggiatura e residenza più tranquillo del territorio comunale. Qui si spostano in vacanza diversi fasanesi, baresi e martinesi, ma la frazione è popolata anche d’inverno, è dotata anche di una scuola elementare e di una farmacia, attiva durante la stagione estiva, sita nel pieno centro della frazione, in via Degli Scavi. In estate, come a Torre Canne, ogni domenica sera viene allestito il mercato settimanale. Savelletri è conosciuta principalmente per il caratteristico porticciolo peschereccio, dotato di fari e fanali, con circa 300 posti barca, per la peculiarità della sua costa verso nord, caratterizzata dalla presenza di antiche costruzioni sulla scogliera, in prossimità del mare, denominate “Case Bianche”, le numerose pescherie, i diversi ristoranti che sovrastano la scogliera, il campo da golf a 18 buche e il Parco Archeologico di Egnazia.joyful people bb savelletri jpg

Ostuni

Ostuni, anche detta “la città bianca”, è un caratteristico agglomerato di case squadrate tutte dipinte di bianco, che sorge aggrappata su di un colle, chiamato il monte di Ostuni, circondato da secolari uliveti. Tappa obbligata per chi arriva in Puglia, Ostuni è uno scrigno tesori storici e artistici, oltre ad essere conosciuta per la sua cucina, il profumo della sua terra e del mare, per la caratteristica bellezza delle case bianche di calce, per i grandi panorami sull’Adriatico che si godono da ogni angolo. Il centro storico, che conserva intatta la struttura medioevale, è un vero e proprio labirinto di stradine, piazzette, di vicoli stretti, archi e scale fiorite, che si diramano in un suggestivo saliscendi in cui perdersi.joyful people BB ostuni jpg

Monopoli

Ridente città di mare, Monopoli è conosciuta soprattutto per il suo litorale unico e per il mare pulito e cristallino, nonchè per la buonissima cucina a base di pesce. La sua fascia costiera si estende per circa 13 chilometri, in una distesa di bianche spiagge e di calette solitarie, che disegnano scorci straordinari, come “Porto Bianco”, “Porto Rosso”, “Porto Paradiso”, “Porto Camicia”, “Porto Marzano” e poi la meravigliosa cala “Verde” nella quale si godono magici luccichii lunari. Le sue scogliere sono dolci e armoniose, suggestive con i suoi anfratti, le gole e le scarpate. A sud di Monopoli il lungo arenile è composto da sabbia fine, morbida e dorata, dove tratti di spiaggia libera si alternano e numerosi stabilimenti balneari, con attrezzatissimi chioschi, bar e punti di ristoro, dove si attarda la movida notturna proveniente da ogni parte della provincia.joyful people BB monopoli jpg

Polignano

Polignano a Mare è una delle località della provincia di Bari più affascinanti e singolari. La parte più antica della cittadina sorge su uno sperone roccioso a strapiombo sul mare Adriatico a 33 chilometri a sud del capoluogo. Incantevole con il suo centro storico, ricco di strade, piazzette, vicoli e viuzze tortuose che si affacciano poi sul mare, Polignano è un piccolo gioiello di arte e storia di Puglia, conosciuta per la sua incredibile bellezza e per la sua economia, basata essenzialmente sul turismo, sull’agricoltura e sulla pesca. Di notevole interesse naturalistico sono le sue grotte marine e storicamente importanti sono i resti della dominazione romana, tuttora visibili. Il suo mare blu e le sue coste le hanno permesso di ricevere dal 2008 la Bandiera Blu e il riconoscimento dalla Foundation for Environmental Education come una delle località costiere europee che soddisfano maggiormente i criteri di qualità per le acque di balneazione e per la pulizia delle spiagge.polignano a mare joyful people BB jpg

Zoo Safari

Situato alle porte del Comune di Fasano, lo Zoo Safari rappresenta una delle attrazioni più apprezzate dai piccoli e dalle famiglie, che vogliono trascorrere una giornata all’insegna del divertimento e del contatto con la natura. Potenti ruggiti al tramonto, versi inquietanti a volte quasi umani, sbuffi e fruscii misteriosi, penetranti odori di selvatico. La giungla, la savana, la palude, tutto a portata di mano, grazie a questo paradiso di emozioni, che ogni anno richiama centinaia di migliaia di visitatori, tra turisti, famiglie e scolaresche. Lo Zoo Safari offre una vasta gamma di attrazioni al suo interno. Oltre al parco faunistico, ci sono infatti giostre e Cinema 4D, un Polo Didattico (Sala Madagascar-Fattoria Didattica-Centro Recupero Testuggini), percorsi zoologici pedonali, mostre e Musei, percorsi didattici (Puglia in Miniatura e Percorso Botanico, il Sea Lion Aquarium e tanti spettacoli diversi, che accontenteranno grandi e piccini.joyful people bb zoo safari fasano jpg